Settore forestale, formazione e cooperazione

Formazione professionale, infrastrutture nelle zone montane e investimenti forestali, cooperazione per l’innovazione: pronti cinque nuovi bandi a sostegno dello sviluppo rurale del Veneto.

Il 30 aprile la Giunta Regionale ha approvato l’attivazione di cinque tipi d’intervento del PSR Veneto 2014-2020, per uno stanziamento complessivo di 35,5 milioni di euro. I testi sono ora al vaglio della Terza Commissione del Consiglio Regionale che ha trenta giorni per esprimere il suo parere. Successivamente la Giunta approverà in via definitiva i bandi, che saranno pubblicati nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

Azioni di formazione professionale e acquisizione di competenze (Tipo intervento 1.1.1)

L’intervento sostiene la realizzazione di corsi di formazione, collettivi ed individuali, rivolti esclusivamente ad imprenditori agricoli e forestali, loro coadiuvanti e partecipi familiari e dipendenti agricoli. In particolare, sono finanziate due tipologie di iniziative: corsi di formazione e di aggiornamento obbligatori; iniziative formative collettive previste da progetti volti allo sviluppo della cooperazione (Misura 16). Principali beneficiari del bando sono gli organismi di formazione accreditati.
Risorse a bando: 5,7 milioni di euro.
Termini presentazione delle domande: 30 giorni dalla pubblicazione nel BURV.

Infrastrutture viarie silvopastorali, ricomposizione e miglioramento fondiario e servizi in rete (Tipo d’intervento 4.3.1)

Il bando finanzia operazioni che riguardano la costruzione e l’adeguamento della viabilità silvopastorale, comprese tutte le opere e i manufatti connessi all’investimento, nonché le opere accessorie di mitigazione degli impatti. Inoltre, persegue il miglioramento di opere di natura infrastrutturale (come le strutture a “rete”) attraverso investimenti per l’approvvigionamento idrico, elettrico, termico e per le telecomunicazioni (escluso l’ultimo miglio). Beneficiari del tipo d’intervento sono soggetti proprietari o gestori di aree forestali.
Risorse a bando: 9 milioni di euro.
Termini presentazione delle domande: 90 giorni dalla pubblicazione nel BURV.

Investimenti in tecnologie forestali e nella trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti forestali (Tipo intervento 8.6.1)

L’intervento finanzia l’acquisto di attrezzature e macchinari forestali con particolare riferimento alle caratteristiche innovative, finalizzate alla riduzione dei costi di produzione, al miglioramento della qualità del prodotto, al miglioramento delle condizioni di sicurezza del lavoro e al contenimento degli impatti ambientali. Vengono inoltre finanziati investimenti per la realizzazione, acquisizione, ammodernamento tecnologico, razionalizzazione delle strutture e dei circuiti di commercializzazione e di impianti di lavorazione, trasformazione, commercializzazione, immagazzinamento dei prodotti legnosi nonché l’elaborazione di Piani di Riassetto Forestale. Potranno beneficiarie del tipo d’intervento micro, piccole e medie imprese e soggetti proprietari o gestori di aree forestali.
Risorse a bando: 2 milioni di euro.
Termini presentazione delle domande: 60 giorni dalla pubblicazione nel BURV.

Gestione dei gruppi operativi dei PEI in materia di produttività e sostenibilità in agricoltura (Tipo intervento 16.1.1)

L’intervento sostiene la costituzione e la gestione dei Gruppi Operativi (GO) del partenariato europeo per l’innovazione “Produttività e sostenibilità dell’agricoltura” (PEI-AGRI). I Gruppi Operativi realizzano progetti volti a collaudare, modificare o ad applicare pratiche, processi, prodotti, servizi e tecnologie innovativi.
Risorse a bando: 2,3 milioni di euro.
Termini presentazione delle domande: 120 giorni dalla pubblicazione nel BURV.

Realizzazione di progetti pilota e sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie (tipo intervento 16.2.1) – esclusivamente in collegamento con la gestione dei Gruppi Operativi.

Il bando promuove la cooperazione tra i produttori primari, l’industria di trasformazione e il mondo della ricerca, per la realizzazione di:
•progetti pilota
•progetti dimostrativi
•progetti che favoriscano lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo, agroalimentare e forestale in grado di affrontare e sviluppare le problematiche connesse con le focus area del PSR.
Le risorse a bando ammontano a 11,4 milioni di euro. Altri 5,1 milioni di euro invece sono messi a bando per i tipi di intervento complementari, attivabili facoltativamente in coerenza con le focus area previste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.